Da mesi e mesi si continua a sentire parlare di Agenda Digitale. Questo che citiamo è un passaggio dell’annuncio dell’Agenda, pubblicato sul Corriere 31 Gennaio 2011:

La politica ha posto la strategia digitale al centro del dibattito in tutte le principali economie del mondo. Ma non in Italia.

Evitiamo qualsiasi polemica riguardante la composizione dell’agenda, gli obiettivi dichiarati comprese le dichiarazioni del Ministro Passera (tipo progetti al 2014 o 2018…) ma vogliamo mostrarvi un grafico, basato sui dati Eurostat aggiornati al 19 giugno 2012.

Come potete notare non c’è nulla da lamentarsi: in Europa non siamo affatto ultimi. Dietro di noi ci sono ancora: Repubblica Ceca, Lituania, Ungheria, Portogallo, Grecia, Lettonia, Slovacchia, Polonia, Bulgaria e Romania. A quanto si dice in giro però – escludendo Portogallo e Grecia – Pare che gli stati dell’ex Unione Sovietica facciano passi da gigante per rincorrere l’innovazione, quella vera. Praga – ad esempio – diventa sempre più meta di studenti italiani diretti verso una Università evoluta, collegata col mondo del lavoro, e che dia spazio-soddisfazioni-emozioni ai laureandi / dottorandi.

Continua la tua lettura