Con l’euro alle stelle, il prezzo petrolio in costante crescita, il costo della vita che diventa sempre più caro, l’automobile sta per diventare un bene di lusso in quanto costa tanto mantenerla tra bollo, assicurazione, tagliando, gomme e carburante.
Intanto voglio fare una considerazione sul carburante, attualmente ci sono 4 tipi di alimentazione per le macchine e sono (l’ordine è in base al costo):

1) Benzina;
2) Diesel;
3) Gpl;
4) Metano.

1) La benzina è il carburante più costoso e se lo abbiniamo a una macchina superiore ai 2000 cc ecco che il costo diventa isostenibile a meno che non siate benestanti con un buon conto in banca. I pregi sono: prestazione.
I difetti sono: Cosumano tanto, elevato costo di manutenzione.

2) Il Diesel è una via di mezzo, costa poco meno della benzina e conviene solo se fate più di 80.000/100.000 km all’anno e sopratutto se avete una macchina che faccia almeno 18/20 km/l. I pregi sono: prestazioni come quello della benzina se non migliori, consuma poco;
I difetti sono: Elevato costo di manutenzione, il diesel aumenta sempre di più.

3) Il Gpl sarebbe ottimo per chi ha una macchina di media cilindrata dai 800 cc ai 2000 cc e fa almeno 70.000 km all’anno ma c’è il problema dell’installazione che costa sui 2.000 euro che verrà poi ammortizzato in cira 2/3 anni, l’alternativa è quella di comprare quelle già installate come la Subaru Impreza, Forester o la Citroen C2, C3 tanto per fare un esempio.
I Pregi sono: Gpl presente anche in autostrada, costa meno della metà della benzina.
I difetti sono: Prestazioni ridotte del 5%/6%, alla lunga consuma quanto un Diesel (parlo di costo finale).

4) Il Metano sarebbe la soluzione migliore, ed è indicato per quelli che usano parecchio la macchina e che vogliono spendere pochissimi, con 15 euro puoi fare più di 500 km, ma il problema è che l’impianto costa 2.400 euro e il metano pesa parecchio e le prestazioni ne risentono. L’alternativa è quella di comprare quelle già installate come la Fiat Multipla, Punto, Panda.
I pregi sono: Minor consumo, meno inquinamento
I difetti sono: Costo dell’impianto, basse prestazioni.

Vi allego un sondaggio per capire meglio qual’è il carburante preferito dagli italiani.

Create polls and vote for free. dPolls.com

Continua la tua lettura