Da molto da pensare questo cambio, anche se gli analisti del settore manifatturiero USA non si dicono ancora preoccupati.
Il tutto condito da una divisa europea in netto rialzo e sempre più forte, siamo in attesa di un rialzo del costo del denaro da parte della Banca Centrale Europea, dal 4% al 4.50%.

All’apertura delle contrattazioni nelle piazze finanziarie del Vecchio Continente la moneta unica viene scambiata a 1,3610 rispetto al biglietto verde, in rialzo rispetto alle ultime rilevazioni della Banca Centrale Europea (1,3590) ma in calo rispetto ai valori registrati in tarda serata di ieri a New York (1,3625). Scende la divisa europea rispetto alla moneta giapponese, l’euro vale 166,35 yen dai 166,65 yen delle indicative della BCE della giornata scorsa. Il biglietto verde è stabile rispetto alla valuta nipponica, il rapporto di cambio tra dollaro/yen quota, infatti, in area 122,40 da 122,35 dell’ultima chiusura di Wall Street.

Via Trend Online:

Continua la tua lettura