Questa è una delle più cattive e infingarde email di pishing io abbia mai ricevuto: ci stavo quasi per cadere pure io e i filtri di google non l’hanno fermata. Ma alla fine – obbligatoriamente – sono caduti sulla banalità.

La email parla proprio della situazione di allerta in merito al phishing nei confronti di CartaSi: ma in calce alla email un bel link da cliccare. Ma come? Parliamo di phishing e proponete un link? In effetti il link non punta certo a cartasi.it ma ad un bel sito “frodoso”: www.titolari.utente.go.ro/cartas.utente/

CANCELLATE E NON CLICCATE!

Gentile Cliente,
Negli ultimi tempi si sta sempre più diffondendo su Internet il fenomeno del “Phishing” con cui
si invitano, illegalmente, gli utenti a fornire i propri dati personali e riservati.
La frode consiste nell’inviare agli utenti messagi di posta elettronica che sembrano provenire da
banche, istituzioni finanziarie, emittenti di carte di credito, ecc …, con i quali si invita ad accedere
alla propria home banking tramite l’utilizzo di un link integrato nel testo. Una volta cliccato sul link
si apre una finestra contente un falso sito identico nella grafica a quelo ufficiale.
Per ovviare al problema e necessaria la verifica e l’aggiornamento dei dati relativi all’anagrafica
d’Intestatario dei servizi bancari.
Effetuare l’aggiornamento dei dati cliccando sul seguente collegamento sicuro:
http://www.cartasi.it/gtwpages/index.jsp (il link html punta chiaramente altrove!, ndr)
Cordiali saluti
P. IVA 04107060966 – © 2010 CartaSi S.p.A.

Ecco come appare il sito di frode a cui vi rimandano: è identico all’originale, al più chiramente dell’url: controllate sempre l’indirizzo nella sua barra!

Tutto chiaro? Altrimenti cliccate sulla guida phishing nel menù in alto!

Continua la tua lettura