dal 1° gennaio 2008 il codice IBAN integrerà le tradizionali coordinate bancarie italiane (ABI, CAB e numero di conto).

L’IBAN è un identificativo univoco internazionale di ogni conto bancario: il nuovo “indirizzo” del tuo conto corrente per eseguire e ricevere i bonifici.
In Italia il codice è composto da 27 caratteri alfanumerici che identificano il paese in cui è aperto il conto corrente, la banca, lo sportello e il numero del rapporto.

Dal 1° gennaio 2008, indicare il codice IBAN del beneficiario diventa necessario non solo per effettuare un bonifico all’estero, ma anche per quelli in Italia. Ricorda, pertanto, di richiedere il codice IBAN ai soggetti beneficiari delle tue operazioni di pagamento.

Le Banche italiane accetteranno i bonifici disposti senza IBAN per un periodo transitorio, la cui scadenza è attualmente il 1 giugno 2008.
Decorso tale termine, i pagamenti privi di codice IBAN avranno costi superiori e tempi di esecuzione più lunghi.

Continua la tua lettura