Non abbiamo nemmeno fatto tempo a leggere che la crisi oramai è finita che le testate stamane intitolano “Aumenta l’indebitamento”: ma non eravamo arrivati sulla cima del colle, in piena visione del panorama e pronti per una rush in discesa?

Beh finanziariamente parlando è proprio così: lo stato di maggiore tranquillità economica rende la gente più disposta ad affidarsi al credito, investendo soprattutto negli immobili e arricchendo banche e finanziarie con stipulazioni di mutui casa o finanziamenti per macchina ed elettrodomestici.

A far lievitare l’indebitamento e’ soprattutto la componente dei prestiticon durata oltre i 5 anni (in prevalenza mutui) che su base annuale aumentano di oltre il 26% a 342 miliardi. Contenuta invece la crescita dei prestiti a breve legati al consumo a 37,5 miliardi di euro rispetto ai 31,8 miliardi del luglio del 2009. (via http://www.asca.it/news-BANKITALIA__AUMENTA_DEBITO_FAMIGLIE_PER_EFFETTO_DEI_MUTUI-946487-ORA-.html)

Su Wired di questo mese si parlava di come potesse essere la realtà nel 2040: ma vi ricordate i vecchi tempi in Italia in cui la gente comprava le case in contanti? Eravamo più o meno ricchi?

Continua la tua lettura