Con la crisi subprime che ha travolto gli Stati Uniti d’America, mettendo sul lastrico parecchie famiglie, ormai in parecchie città si trovano delle tendopoli dove le famiglie che non state in grado di rispettare la scadenza mensile del mutuo sono state costrette ad lasciare la casa alle banche perdendo tutto quello che hanno construito in una vita e si ritrovano a dormire in tenda nelle zone create apposta per loro.

Se ci facciamo un giro nelle zone limitrofe delle grandi città troveremo parecchie casa in vendita e con la crisi del dollaro comprare una villetta con 3 bagni, 3 camere da letto, giardino, garage etc, costerà "solo" 80.000/100.000 euro, praticamente un affare per chi vuole farsi una casa per le vacanze a Miami, Los Angeles, San Francisco etc..
Mentre a New York, comprare un appartamento in uno dei grattacieli residenziali lo trovi a 150.000-180.000 euro.

Questo giro di affari fa gola alle agenzie immobiliari Americane che, pur di accaparrarsi nuovi clienti, organizzano visite ad hoc con rimborso del viaggio aereo e dell’hotel, insomma gli stranieri stanno fiutando l’affare.

Quindi consiglio, a chi ha soldi e ama girare in America, di comprare anche solo per puro investimento!

Investitori non-americani, soprattutto europei, sono a caccia di occasioni immobiliari "a sconto" in America, complici i mutui subprime e l’euro forte. I prezzi in alcune citta’ sono calati fino al 19,3% (Miami e Las Vegas). A New York -5,8%.

Vai wallstreetitalia

Continua la tua lettura