Una donna americana, Mary Lou Jepsen, che è una famosa scienziata che ha anche costruito un PC portatile a basso prezzo per i bimbi poveri in modo che possano apprendere tutte le nozioni informatiche senza dover sborsare tanti soldi.
Mary Lou è andata oltre ha infatti fondato una azienda, “Pixel Qi”, che ha lo scopo di produrre PC a 75 dollari l’uno, questa operazione di mercato permetterà a molte persone che non possono permettersi computer da 500/1000 dollari e quindi di imparare tutto ciò che riguarda l’ambiente informatico o di poter lavorare con il computer in modo da poter avere un reddito supplementare.

Insomma questa iniziativa può solo fare bene all’economia famigliare, ma per quanto riguarda il mercato del computer questo prezzo farà scendere i prezzi di altri computer più costosi, cosa che non lascerà indifferente i colossi dell’informatica che potrebbero mettere i bastoni tra le ruote, in ogni modo io appoggio completamete questa iniziativa!

La scienziata che ha disegnato un computer portatile destinato ai bambini poveri — che è prodotto e venduto da una Fondazione no-profit — ha fondato un’azienda che ha l’obiettivo di produrre un portatile da 75 dollari.Mary Lou Jepsen, che ha lasciato il suo incarico di responsabile del settore tecnologico alla Fondazione “One Laptop per Child” alla fine del 2007, ha detto sul sito Internet dell’azienda di aver fondato una società, la Pixel Qi, e l’ha definita uno “spin-out” del gruppo no-profit.

Vai borsaitaliana.reuters

Continua la tua lettura