Dopo la rottura definitiva delle trattative tra Yahoo e Microsoft, che prima erano ad un passo all’accordo finale, causata dal rifiuto del gruppo Microsoft di pagare 33 dollari ad azione per rilevare Yahoo, così il motore di ricerca ha optato per un accordo con Google, per patto di collaborazione non esclusivo in modo che Yahoo possa utilizzare i servizi pubblicitari di Google, si stima che l’accordo generi un cash flow (flusso di cassa) pari a circa 400 milioni di dollari nei primi anni, praticamente una boccata di ossigeno per Yahoo.

Però bisogna vedere se questo accordo sia in linea con lre regole antitrust, diffatti è facile pensare che due grossi motori di ricerca americani messi insieme potrebbero mettere in crisi la concorrenza, in ogni modo l’amministratore delegato di Google, Eric Schmidit, ha sottolineato che il tutto verra fatto rispettando le regole.

Non so se questa intesa possa costituire un vantaggio per l’utenza internet, ma a livello pubblicitario i publisher avranno sicuramente un tornaconto maggiore.

Yahoo e Google hanno raggiunto un accordo per una partnership non esclusiva nel settore della pubblicita’ on line. In base all’accordo, della durata di quattro anni e rinnovabile per altri dieci, Yahoo! potra’ veicolare la pubblicita’ fornita da Google in alcuni dei propri risultati di ricerca.

Via wallstreetitalia

Continua la tua lettura