Per chi deve comprare casa oggi, il periodo è dei meno vantaggiosi. L’Euribor non accenna a cambiare. Le previsioni lo danno in salita. Il suo andamento pare in crescita tanto quanto il valore del dollaro continua la sua discesa.

Per i non tecnici l’Euribor è il tasso di interesse medio delle transazioni finanziarie in Euro tra le principali banche europee. L’Euribor è principalmente usato indicatore molto affidabile del costo del denaro a breve termine ed utilizzato come tasso di riferimento per gli interessi dei mutui, al quale va aggiunto lo spread, cioè il costo dell’ente erogante il mutuo.

Diamo una occhiata all’andamento dei grafici (Euribor 1 mese e 6 mesi), fonte Euribor.org:

Euribor a 1 mese


Euribor a 6 mesi

Le Banche iniziano già a correre ai primi ripari ricorrendo all’Euribor ad un mese, al posto del 6 mesi. Ma può essere una soluzione? I cittadini che vogliono una casa hanno alternative? O l’unica è lanciarsi contro i 30 o addirittura 40 anni di indebitamento continuo?

Continua la tua lettura