In 9 mesi lo stato sempre avuto la pancia piena, i contribuenti stanno facendo il loro dovere di italiani che pagano le tasse, ma nonostante questi soldi che arrivano nelle casse del governo, la situazione del contribuente non cambia di una virgola anzi le tasse potrebbero anche aumentare!

Prosegue la crescita degli incassi del fisco: nel periodo gennaio-settembre 2007, secondo il Bollettino diffuso dal ministero dell’Economia, le entrate tributarie erariali di competenza del periodo sono risult ate superiori di oltre 20 miliardi di euro (+7,7%) rispetto a quelle dello stesso periodo del 2006, al netto delle entrate cosiddette “una tantum”, cioè derivanti da prelievi straordinari. Al lordo delle “una tantum” la crescita è stata di quasi 16 miliardi (+5,9%). Nel solo mese di settembre, si legge nel Bollettino, le entrate sono aumentate del 9,7% rispetto allo stesso mese dellôanno scorso, al netto delle “una tantum”. La crescita è stata dellô8,6% se calcolata al lordo delle “una tantum”. I dati sono influenzati positivamente dai versamenti a titolo di autoliquidazione Ires effettuati dalle imprese con periodo d’imposta non coincidente con lôanno solare. Nel periodogennaio-settembre, le entrate totali, al lordo delle “una tantum”, sono ammontate a 283.786 milioni (+15.748 milioni, pari a +5,9%). Dalle imposte dirette sono provenuti 150.350 milioni (+9.126 milioni, pari a +6,5%), mentre dalle indirette 133.436 milioni (+6.622 milioni, pari a +5,2 per cento).

Vai sole24ore

A settembre gettito pari a 23,4 miliardi, con incremento dell’8,6%. Le aziende hanno versato il 35% in più Non si ferma la corsa delle entrate tributarie. Nei primi 9 mesi dell’anno il gettito è cresciuto del 5,9%, con un incremento di 15,7 miliardi che porta
gli incassi a quota 283,7 miliardi. Nel solo mese di settembre il gettito è stato pari a 23,4 miliardi, con un incremento dell’8,6% che vale 1,8 miliardi di gettito in più. È quanto emerge dall’ultimo bollettino sulle entrate tributarie del ministero dell’Economia e delle Finanze. A crescere è stato soprattutto il gettito delle imprese, che hanno versato in 9 mesi il 35,4% in più (7,2 miliardi) mentre l’Irpef ha segnato un incremento del 5,7% (+5,8 miliardi).

Vai corriere

Continua la tua lettura