Google mette a segno un nuovo record al Nasdaq: ha superato i 600 dollari per azione, per poi attestarsi a 597,65 dollari per azione. Il valore di mercato del motore di ricerca è schizzato a 25 miliardi di dollari.

La società di Mountain View si è collocata in Borsa nell’agosto 2004 a 85 dollari. Da allora ne ha fatta di strada: Google si è evoluto, non è più solo un motore di ricerca, è entrato nel mercato enterprise con Apps Premiere, ha lanciato la moda delle mappe online, ha acquisito il video sharing YouTube, sta scommettendo sulla telefonia mobile (dopo gli AdSense mobili, sta probabilmente lavorando a un sistema operativo mobile per il GPhone) e sulla sicurezza, e con Google Docs sta sfidando Microsoft Office nell’ufficio sul Web. Il tutto finanziato dal motore dell’advertising online.

Sempre più Paperoni anche i due co-fondatori della BigG, Sergey Brin e Larry Page: le loro partecipazioni sono salite ad oltre 17 miliardi di dollari ciascuno

Continua la tua lettura