Come avevo già scritto, sicuramente per il 2008 i tassi di interesse non veranno toccati, nè per aumentarli e neanche per abbassarli.
Il mercato attuale non sarebbe in grado di reggere un ulteriore aumento dei tassi, altrimenti rischierebbe di spaccarsi per questo la BCE cerca di tenere fermi i tassi. Questa azione può essere un vantaggio per quelli che hanno contratto un mutuo a tasso variabile e sono indecisi a passare al tasso fisso.

Attualmente l’azione è quella di mantere il 4% per tutto il 2008 e magari abbassarlo nel 2009 in virtù del fatto che la Fed è prossima alla riduzione di un altro quarto di punto per tamponare la crisi subprime e quindi risollevare ulteriormente l’economia americana e indirettamente anche quella europea.

La Bce non tagliera’ mai i tassi di interesse per sostenere i mercati e aiutare le banche in difficolta’ per le turbolenze in corso ormai da mesi sui mercati finanziari. “Sarebbe una situazione del tutto inimmaginabile – ha detto Jose’ Manule Gonzalez-Paramo, membro del Comitato esecutivo della Bce – che aprirebbe questioni di carattere morale e che nessuna Banca centrale impegnata per la stabilita’ dei prezzi potrebbe mai anche solo prendere in considerazione”. Gonzalez-Paramo ha detto che la crisi di fiducia sui mercati finanziari sta continuando malgrado il sostegno della Bce e ha chiesto una maggiore trasparenza da parte delle banche commerciali.
Vai europanotizie.ilsole24ore

La Bce probabilmente giovedì non taglierà il tasso del 4%. La scelta di Francoforte – per gli analisti – sarebbe quella di non ricorrere alla politica monetaria.

Vai lastampa

Continua la tua lettura