Dopo aver raggiunto i 100 dollari al barile, oggi è arrivata a 98 dollari al barile, fino a neanche 1 mese fa era a 70/80 dollari al barile, questo ci deve far capire che il futuro non è tra i più rosei in quanto è probabile che arrivi a 150 dollari al barile e tra 10 anni con l’infilazione e gli eventuali problemi mondiali potrebbe passare, addirittura a 200 dollari!
Con questo presagio nefasto ci ritroveremo con il fondoschiena per terra!

Il petrolio apre a 98,92 dollari al barile (-0,3%) al mercato di New York.

Vai wallstreetitalia

Dovremmo già cominciare a scegliere l’energia alternativa, tipo pannelli solari, impianti a gas o a metano (in attesa del idrogeno), caldaie a bruciatore di ceramica etc., solo così possiamo risparmiare e quindi prendere di petto alla conseguente inflazione, ma questo dipende solo da noi, in quanto siamo troppo abituati troppo bene con i vecchi sistemi.

Tra ricadute dirette e indirette le famiglie italiane si troveranno nel 2008 a spendere 840 euro in più nel 2008 a causa dell’aumento del costo del petrolio. È la stima di Adusbef e Federconsumatori che in una nota lanciano l’allarme sulle ricadute degli aumenti invitando il governo a correre al più presto ai ripari.

Vai notizie.alice

Continua la tua lettura