L’INPDAP,  Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica, offre prestiti a condizioni favorevoli per i lavoratori pubblici.

I piccolli prestiti Inpdap sono finanziamenti che possono avere la durata massima di quattro anni e che vengono concessi direttamente dall’istituto.

Si tratta di prestiti che vengono concessi quando il dipendente ha necessità di ottenere una somma di denaro in modo veloce per fronteggiare necessità improvvise. Questi piccoli prestiti hanno delle regole sia di durata che di importo massimo.  La possibilità di rimborso varia in 12,24 o 36 rate, in funzione dello stipendio netto mensile, fino a un massimo di 8 mila euro.

Se si intende rimborsare il debito contratto in 12 mensilità, l’Inpdap eroga importi fino a un massimo di uno stipendio mensile netto, ma nel caso in cui il richiedente non abbia altre forme di indebitamento in corso, quali la cessione del quinto, l’importo massimo erogabile sale a due mensilità nette, fermo restando il limite di un quinto della pensione cedibile, per i pensionati.

Nel caso di rimborsi in 24 rate, l’importo massimo erogabile è di due stipendi mensili netti, che possono salire a quattro mensilità, se no ci sono altri debiti in corso contratti dal richiedente, e sempre fermi restando i limiti per i pensionati sul quinto cedibile.

Per rimborsi, infine, in 36 rate, l’importo massimo erogabile sale a tre mensilità, che diventano fino a sei, se non si hanno debiti in corso.
Ad ogni modo, l’importo massimo assoluto che l’Inpdap eroga per i piccoli prestiti ammonta a 8000 euro, essendo appunto questa la caratteristica di questo tipo di finanziamento, il basso importo.

Rimborsato il prestito, se ne può richiedere un altro, purché siano trascorsi almeno 6 mesi, per i prestiti annuali; almeno 12 mesi, per quello biennali, e almeno 18 mesiper quello triennali.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale INPDAP

Per ottenere i piccoli prestiti Inpdap è necessario compilare i moduli forniti dall’istituto e consegnarli alla sede amministrativa dove si svolge il lavoro.

Continua la tua lettura