Continua la corsa dei prezzi. Produzione e scorte ancora in calo.

Continuano senza soste i rialzi del grano.
La domanda è elevata, i raccolti sono inferiori alle aspettative, i mercati finanziari sono nervosi.
I futures(contratti standard scambiati sul mercato) in Francia hanno raggiunto punte record (300 euro sul contratto di Novembre.
Intanto l’ultimo rapporto del Dipartimento dell’agricoltura degli USA descrive un ulteriore calo a livello mondiale sia della produzione sia delle scorte di grano.
Il calo degli stock si concentra in particolare negli Stati Uniti, in Canada, in Europa ed in Australia. Proprio dal paese dei canguri arrivano notizie poco confortanti: il raccolto 2007/2008 rischia di essere inferiore a quanto si sperava, a causa della siccità.
Intanto per combattere l’inflazione agricola in Europa c’è chi vorrebbe sospendere il riposo delle terre.
In russia si parla con insistenza di una possibile exporto tax.
La corsa del grano non è ancora finita.

Continua la tua lettura