Dalle prime indiscrezioni trapelate e visibili sul sito EveryOne (Gruppo per la diffusione dei diritti umani e la cooperazione) il rapimento di Napoli, Ponticelli, che ha creato la base fertile per le aggressioni e gli incendi dei campi Rom di Ponticelli, sarebbe falso. Un caso creato ad arte per cacciare i Rom da Ponticelli.

Cito testualmente:

La testimonianza di Flora Martinelli, la madre della bambina, del padre di lei Ciro e dei loro vicini di casa è falsa. Il Gruppo EveryOne ha indagato accuratamente sull’evento che ha scatenato una vera e propria caccia al Rom, che da Napoli si è diffusa a macchia d’olio in tutta Italia. Fin dall’inizio le dinamiche del rapimento non ci hanno convinto, perché chi conosce la palazzina in cui sarebbe avvenuto il reato sa che è praticamente inaccessibile, sia per il cancello che per l’attenta sorveglianza degli inquilini, affermano i leader del Gruppo EveryOne Roberto Malini, Matteo Pegoraro e Dario Picciau. Vi sono poi discordanze fra le testimonianze della Martinelli, di suo padre e dei vicini.

Attualmente non vi sono conferme ufficiali della cosa, anche se i dubbi erano forti anche da parte degli inquirenti.

Continua la tua lettura