Il Sole 24 Ore lancia l’allarme sull’insider trading nella Borsa Italiana.

Con il termine inglese di insider trading si intende la negoziazione (compravendita) di titoli (valori mobiliari) di una determinata società da parte di soggetti che, per la loro posizione all’interno della stessa o per la loro attività professionale, siano venuti in possesso di informazioni riservate non di pubblico dominio (indicate come “informazioni privilegiate”) che, per loro natura, permettono ai soggetti che ne facciano utilizzo una scelta basata su di un’asimmetria informativa ….
via Wikipedia

Morya Longo redige un’inchiesta da prima pagina dal titolo “Quegli strappi a Piazza Affari e i sospetti di insider trading (art. protetto)”. Un altro terremoto da prevedere in Borsa dopo i furbetti del quartierino?

L’ombra dell’insider è proprio sulle fusioni’, scrive il Sole 24 Ore. La Consob inglese è stata la prima a lanciare l’allarme: in una fusione societaria su quattro è emerso il sospetto di insider trading. In America qualcuno parla addirittura di emergenza: il 41% delle acquisizioni annunciate in Borsa — secondo le stime di Measured Markets — ha evidenziato movimenti anomali delle azioni coinvolte nelle operazioni. E in Italia? La Consob — ha rivelato lunedì il presidente Lamberto Cardia — nel 2006 ha concluso 6 accertamenti su ipotetici casi di insider trading, formulando un’ipotesi di reato in due casi soltanto.

via Affari Italiani

Continua la tua lettura