bceOggi c’è stata la notizia tanto attesa per il mercato finanziario europeo, la Bce ha tagliato i tassi di interesse dal 2,00% al 1,50%, che di fatto rappresenta il minimo storico, ma vista la situazione attuale che fa presegire una crisi finanziaria abbastanza lunga, almeno fino alla fine del 2009, è possibile che nel frattempo Trichet possa attuare ulteriori tagli, in più il tasso Euribor continua la sua fase calante, quello a 1 settimana è passato al 1,34%, quello a 3 mesi è arrivato a 1,84%, mentre quello a 9 mesi è 1,99%, il che significa che le rate dei mutui a tasso variabile saranno ancora più leggere.

Questo sarebbe il momento giusto per negoziare con le banche per chi ha contratto un mutuo a tasso variabile per passare a quello fisso, in modo da ottenere delle condizioni vantaggiose, anche perchè nel 2010-2011 l’economia si risolleverà e di conseguenza i tassi si rialzeranno.

La Banca Centrale Europea ha tagliato il costo del denaro di mezzo punto percentuale, portando il tasso principale dal 2% all’1,50%.

Via ansa

Continua la tua lettura