L’euro forte ha generato parecchi problemi che hanno riguardato l’aumento dei prezzi della materia prima, l’import sempre più difficile con conseguente calo dell’economia, le rate dei mutui che aumentano etc.

Ma ci sono anche dei pregi che l’euro ci ha fatto avere, in materia energetica ci ha protetto dall’aumento incontrollato del prezzo del petrolio e di fatto la bolletta energetica non è aumentata come la benzina, e le previsioni per il 2008 sono ottimistiche dicono che l’equilibrio la farà da padrone.

Ci pensa il supereuro a salvare la bolletta energetica nazionale dall’impatto del caro-barile. «Ci ha protetto quest’anno dagli aumenti del greggio, tanto che la bolletta petrolifera del 2007 – rimarca Pasquale De Vita, presidente dell’Unione petrolifera – è inferiore di due miliardi rispetto alle previsioni di inizio anno» e comunque di 1,2 miliardi più bassa rispetto allo scorso anno.

Ma una cosa è certa il gasolio aumenterà ancora, arrivando a superare il prezzo della benzina. Quando questo si avverrà sicuramente comincerà il boom del GPL e del Metano.

In tutto ciò il prezzo del gasolio, sempre più diffuso nel parco automobilistico italiano, è destinato presto a superare – avverte l’Up – quello della benzina. «In Italia – sottolinea De Vita – il sorpasso è già avvenuto, solo che la fiscalità più leggera del gasolio non ce lo fa vedere». Le prospettive globali per il prossimo anno? L’Up stima stima un prezzo «ragionevole» del greggio e per il 2008 indica una quotazione che oscilla tra i 65 e i 70 dollari al barile.

Vai ilsole24ore

Il Dollaro comincia a respirare sull’euro, dai 1,49 di qualche giorno fa ai 1,46 di oggi e per quelli che guadagnano in dollari c’è la possibilità che nel 2008 possa arrivare a 1,35/1,40, e ci guadagnerebbe l’economia europea.

L’euro chiude in calo sotto 1,46 dollari, dopo che due dati macro provenienti dagli Usa dimostrano che l’economia statunitense e’ solida e che la Fed ha fatto bene a tagliare i tassi solo di un quarto di punto e non di mezzo punto, come pure i mercati avrebbero auspicato. la moneta europea passa di mano a 1,4594 dopo aver oscillato tra un massimo di 1,4737 e un minimo di 1,4587.

Vai agi

Continua la tua lettura