Due stipendi col resto di mezzo, la tredicesima e’ arrivata rendendo tutti felici però per breve tempo, in quanto viene usata per i regali e il cenone di Natale, per le bollette sempre più care, per il mutuo che incalza, ici, tasse, canoni insomma sono finite le follie degli anni passati, mentre i nostri politici hanno pensato bene di NON dimezzare il loro stipendio, di NON tagliare i loro fondi.
Secondo l’Adusbef, associazione dei consumatori, su due stipendi per complessivi 2500 euro, a conti finiti e natale passato, restano appena 385 euro, giusto per una vacanzina di 2 giorni sulla neve.

Il Natale del consumismo non risparmia nessuno, i regali bisogna farli anche se non puoi (vuoi) farlo, bisognerebbe ritornare alla tradizione di 40-50 anni fa, quando il Natale veniva passato in famiglia tra cenone e pranzi e basta, il migliore regalo era l’affetto reciproco.

La sospirata tredicesima è appena arrivata nella maggior parte dei portafogli degli italiani, ma, a conti fatti, per una famiglia media che si basa su due stipendi di circa 2.500 euro complessivi, per i regali e il cenone di Natale rimane poco o niente: circa 385 euro. A fare i calcoli è stata l’Adusbef, prendendo come esempio le retribuzioni medie di un impiegato e di una commessa. Per lui l’associazione dei consumatori stima una tredicesima di 1.220 euro, per lei di 1.130 euro.

Vai ansa

Come si fa a spendere così tanti soldi solo perchè e Natale, si rischia la bancarotta, si farà sempre più fatica a mantenere la famiglia!

Poco meno di 500 euro da spendere per acquistare soprattutto vestiti, pc, ipod, mp3, libri, dvd, cd, televisori e telefoni cellulari. Sono questi, secondo gli orientamenti di spesa elaborati dall’Osservatorio Findomestic, il budget medio e i regali preferiti dagli italiani per il Natale 2008. Ma per oltre la metà della popolazione (il 52%) le spese non supereranno il tetto dei duecento euro.

Vai wallstreetitalia

Ripristiniamo il Natale di una volta!!!

Continua la tua lettura