L’Euro ormai si sta comportando come un rullo compressore, adesso il dollaro vale 1,58 €, il cammino trionfale della moneta europea è dovuto al caro petrolio e alla recessione americana, nonostante la FED continui a tagliare i tassi di interesse in modo da risollevare l’economia e quindi sostenere la crescita economica.

Con questi valori l’Europa farà ancora più fatica a esportare i prodotti, il che significa che l’export sarà molto basso, e quindi la crescita dell’economia Europea sarà molto risicata, senza considerare quelli che guadagnano con internet a livello pubblicitario, per esempio Adsense paga solo in dollari il che significa meno soldi in euro.

Però c’è l’altro verso della medaglia, cioè maggiore import a prezzi molto convenienti sia a livello industriale sia a livello privato, i viaggi in America, i prodotti tecnologici, e tanto altro costeranno ancora meno.

Nelle prime contrattazioni sulla piazza europea la moneta unica si spinge sui massimi di un mese contro il dollaro, superando la soglia di 1,58 dollari già testata ieri

Via wallstreetitalia

Continua la tua lettura