Mentre in Italia si inizia a tremare per l’insolvenza dei mutui, dal Fondo Monetario Internazionale arrivano le cifre previste della crisi dei mutui subprime che ha causato una delle più grandi crisi americane dell’economia, dopo il giovedì nero del ’29 di Wall Street.

La crisi dovuta ai mutui subprime provochera’ perdite per 945 miliardi di dollari, secondo il Fondo Monetario Internazionale. L’istituto calcola che ‘la caduta dei prezzi immobiliari negli Usa e l’ammontare dei mutui non pagati potrebbe portare a perdite globali per 565 miliardi di dollari (LEGGO Online)

Inoltre sottolinea la FMI che il fenomeno dei mutui subprime non è solamente legato alla liquidità e all’insolvenza, ma anche alla fragilità dei bilanci e a deboli capitali alla base dei debitori. Un problema quindi con conseguenze più radicali e prolungate nel tempo. L’invito comunque resta quello di porre la massima attenzione sulle modalità di concessione del credito. Una riflessione che gli istituti di credito italiani, e in modo particolare le finanziarie del piccolo-medio credito, dovrebbero attuare immediatamente, visto il negativo esempio USA.

Continua la tua lettura