I trader di New York hanno scommesso tutto, sulla possibilità che il petrolio arrivi a 200 dollari entro la fine del 2008, e questo genererà di fatto la speculazione, avvantaggiati dalla eccezzionale crescita esponenziale del oro nero, quindi aspettiamoci questo “capestro” che di fatto genererà una crisi “quasi” mondiale e noi italiani ci rimetteremo parecchio perchè, con questo scenario, l’inflazione crescerà parecchio generando aumenti in tutti i campi, mutui compresi.Potremmo trovarci in difficoltà a gestire il patrimonio famigliare con il rischio di perdere la casa, i beni essenziali, insomma tutto.
Questo scenario nefasto, ci deve invitare a riflettere su come difenderci da questa speculazione criminale, dovremmo comporre un vademecum su come risparmiare, cito alcuni esempi:
* Per quelli che hanno un mutuo a tasso variabile, dovrebbero passare a quello fisso il prima possibile;
* Chi ha una macchina a benzina cerchi di trasformarla a metano o gas, oppure cambiarla con una già predisposta;
* Meno vacanze!

Duecento dollari per un barile di petrolio a fine anno. Sarebbe l’ultima scommessa in voga fra i trader del New York Mercantile Exchange. La conferma arriva, secondo Bloomberg, dall’incredibile crescita registrata dalle opzioni per acquistare petrolio a 200 dlr entro fine 2008.

Vai ansa
Intanto il petrolio è arrivato a 95,49 dollari, come dire che le previsioni, di cui sopra, sono fattibili!

Petrolio: lieve rialzoIl greggio a 95,49 dollari al barile, piu’ 40 centesimi

Vai wallstreetitalia
Ditemi la vostra e, se possibile, citatemi alcuni consigli per compilare un vademecum del risparmiatore.

Continua la tua lettura