Con la crisi economica che sta coinvolgendo tutti e non risparmia nessun settore, prostituzione compresa, quindi per non perdere i clienti abituali le lucciole venete, in particolare modo quelle di Mestre e Treviso, hanno preparato i saldi per i loro clienti in pratica hanno attuato il sistema "prendi quattro e paghi tre".

Questo sistema è stato preparato solo dalle prostitute indipendenti cioè senza pappone, e hanno preparato una specie di abbonamento sotto forma di cuorincini di stoffa, al quarto cuore non paghi nulla, ma ci sono anche quelle che tendono a fare sconti per i clienti più affezionati e quindi più fedeli, questa operazione permetterà di arginare in parte la crisi che sta coinvolgendo anche il vecchio mestiere.

Sembra che questa iniziativa stia riscuotendo un buon successo e che i sfruttatori stiano facendo lo stesso per le loro schiave del sesso abbassando le tariffe.

In ogni modo sconto o no, la prostituzione in strada deve sparire.

Tempo di saldi anche per le lucciole venete, si sono ingegnate per far fronte alla crisi che colpisce anche le tasche dei clienti. Come? Semplice, adattando al lavoro più antico del mondo, il più classico dei messaggi pubblicitari: "Compri quattro paghi tre".

via repubblica

Continua la tua lettura