La rinegoziazione di un mutuo è la modifica di alcune clausole contrattuali, concordata tra la banca e chi ha contratto il mutuo. E’ una ottima soluzioni ad alcune problematiche di finanziamento, introdotta dalla legge Bersani, assieme ai concetti di portabilità.
Tale nuova cognizione di contratto è stata introdotta insieme alla rimozione dei costi di estinzione anticipata del mutuo immobiliare. Segnaliamo inoltre che:

“Si segnala che, in ogni caso, le Banche non potranno rifiutare la rinegoziazione di contratti di mutuo stipulati ante Decreto, qualora il mutuatario proponga una riduzione dell’importo della penale, contenuta nei limiti di cui si è ora detto.”
via Overlex

Ora il problema nasce dall’applicazione delle normative. Giusto quest’oggi, interessato in prima persona, ho dovuto scontrarmi con due punti di vista. Il notaio che concorda questa modalità, però vede necessaria una sua annotazione all’ufficio ipoteche. La banca che non assicura ancora la fattibilità della cosa, ma nel caso in cui fosse fattibile, assicura la scrittura privata (accordo tra cliente e banca), senza alcuna necessità dell’intervento notarile.

Secondo telemutuo non ci sarebbero costi aggiuntivi. Mentre pattichiari parla di scrittura privata con costi chiaramente inferiori alla estizione e rifacimento di un mutuo.

Continua la tua lettura