L’Umbria si tuffa nel sociale con il prestito d’onore rivolto a problemi temporanei di piccola entità. Un valido strumento per abbattere anche il fenomeno erosivo dell’usura.

L’agevolazione consiste nell’abbattimento totale degli interessi sui prestiti sociali d’onore erogati da istituti di credito convenzionati con Gepafin, da restituirsi in rate periodiche entro un periodo massimo di sessanta mesi. Il prestito sociale d’onore, che ha un importo massimo di euro 5 mila euro ed è determinato in funzione delle necessità dei richiedenti e della loro capacità di rimborso, è destinato a far fronte a situazioni di bisogno caratterizzate da: temporanea e contingente difficoltà economica, legata a problematiche individuali o familiari, abitative, scolastico-formative, lavorative, di salute e legali; presenza di concrete opportunità volte al superamento delle difficoltà attuali e all’attivazione di risorse del soggetto richiedente e degli eventuali familiari.

via asgmedia.it

Continua la tua lettura