Un messaggio chiaro e preciso quello di Walter Veltroni, leader del PD. Un’analisi a caldo che non ha alcuna lacuna. Il mio titolo è chiaramente una provocazione. Walter Veltroni è un signore, una persona distinta e di grande cultura. Ma soprattutto è riusciti (quasi sempre) a contrastare con educazione e superiorità, anche i tranelli comunicativi che Berlusconi lanciava già ad inizio campagna elettorale.

Un Veltroni rassegnato, forse da un sogno che stava rincorrendo la realtà dei fatti, ma che ha il merito di aver creato in tempi brevissimi un movimento politico forte, in grado di far dimenticare o soppiantare anche gli errori della precedente legislatura. Un partito che rappresenta alla Camera e Senata una dura e onesta opposizione, che confido potrà assieme alla destra, far rinascere questo paese.

Forse non tutti sanno che: il padre di Veltroni (Vittorio) fu incaricato di fare il cronista di tutti i viaggi del duce. Partecipò all’avvio della televisione fascista (vedi “La tv di Mussolini”, Mursia) e nel 1938 seguì il viaggio di Hitler in Italia nella prima no-stop della storia della radiotelevisione italiana (fonte Wikipedia).

Continua la tua lettura