Voto Non voto Voto Non votoLe elezioni 2008 si contraddistinguono dalle altre elezioni, secondo me, per due precise caratteristiche:

  • la scelta di votare
  • la mancanza di programmi

La scelta di votare

Mai come quest’anno è così alta la titubanza del voto. Ma non di rispondere alla domanda “per chi voti?” ma di rispondere alla domanda più semplice “voti?”. Il clima di insicurezza degli ultimi mesi, le molte delusioni dell’ultimo governo di non-sinistra hanno generato uno stato di totale sfiducia nei confronti della classe politica, priva di colori.

Proprio ieri, parlando del contest in corso sugli exit poll, molti non volevano partecipare per non immischiarsi con la politica. Molti non hanno partecipato perchè non votando, non vedevano la cosa sensata. Quel diritto di voto che in Italia è costato migliaia di morti e al quale molti immigrati rinunciano con tristezza.

La mancanza di programma

Mai come quest’anno i comizi elettorali sono stati così poveri di idee innovative e di proposte concrete. Ma soprattutto mai come quest’anno c’è stata così poca differenziazione tra un programma e l’altro. Una campagna elettorale nata sulla bocca di Berlusconi e Veltroni come dai toni pacati, finita nella solita rissa verbiale tra ubriaconi che si divertono a far ridere il locane prendendo per i fondelli l’altro. Ma soprattutto tra un comizio e l’altro le poche cose proposte sono sempre quelle. Sempre le solite irragiungibili promesse che alla fine comportano per il cittadino il tanto odiato “…e io pago!”. Cosa si può pretendere comunque da quel minestrone riscaldato che è la politica moderna? Nuovi gruppo nuove bandiere, ma sempre le stesse sessantessi faccie.

Quindi?

Sinceramente anch’io sono molto deluso, però per adesso sono ancora alla fase “chi votero?”, non ce la faccio di rinunciare ad un diritto così imporante. La cosa comica di questa campagna elettorale però è che i politici parlano con le parole di Stella e di Rizzo!!!

p.s.: post dedicato al giovane B83. Foto originale di G. Galizzi – www.valbrembanaweb.com

Continua la tua lettura