La crisi economica sta mettendo in ginocchio parecchie aziende, in particolare modo quelle americane, ma c’è un settore che non conosce crisi è il mercato del porno e su internet ne troviamo una infinità di siti web che trattano questo argomento, la maggior parte sono a pagamento e il guadagno è molto consistente e questo ha fatto si che parecchie riviste con foto di donne nude bellissime ma che non trattano il porno sono andate in crisi, se si vuole trovare una foto di una bellissima donna nuda, basta andare su Google e impostare la ricerca per poi trovare subito quello che si stava cercando e la vittima illustre è Playboy, la famosissima rivista di sole donne nude costruita dal grande Hugh Hefner è stata messa in vendita a 300 milioni di dollari e che nessuno vuole comprare anche perchè il suo prezzo di mercato è di “appena” 100 milioni di dollari, ma è molto probabile che verrà venduta ad un prezzo molto inferiore, a meno che il socio di maggioranza, Hugh Hefner, decida di tenerselo fino a che non muore.

Bisogna anche tenere conto che Playboy è in decadenza, infatti è passato dalle 7 milioni di copie vendute nel 1972 alle 2 milioni di copie ed il fatturato è in continuo calo, secondo me bisognerebbe rivitalizzare il marchio magari rendendolo più attuale e più attraente, sicuramente è ancora appettitibile come business e chi lo comprerà saprà gestirlo al meglio, altrimenti è la fine.

Dopo aver messo in ginocchio i quotidiani americani - colpiti anche dal calo delle entrate pubblicitarie per via della crisi - internet si accinge a fare un’altra vittima. Secondo il New York Post, infatti, Playboy è in vendita per 300 milioni di dollari, ma finora nessun potenziale acquirente si è fatto avanti.

Via corriere

Continua la tua lettura