Tony BlairL’ex premier inglese, Tony Blair, dopo aver dismesso i panni del primo ministro, ha capito subito qual’e la migliore maniera per fare più soldi possibile: le consulenze e le conferenze, praticamente viene pagato a ore e precisamente 7.300 euro per ogni minuto di conversazione, la furbizia di Tony è senza limiti e senza morale, insomma ha ragione e fa bene ad aprofittare della situazione perchè sa che poi non potrà più farlo.

I suoi discorsi sono talmente banali che si possono trovare in qualsiasi sito internet, ma un conto è leggerli in un sito, un conto è che a parlare sia l’ex primo ministro quindi tutti sono disposti a sbosare soldi pur di sentirlo parlare anche se dice cose scontate, come per esempio ha partecipato ad una conferenza nelle Filippine e per due interventi di appena 30 minuti ciascuno ha percepito ben 200.000 euro, vitto e alloggio compresi.

Se consideriamo, poi, il suo ruolo di consulente alle banche JP Morgan e Zurich Financial Service dove percepisce complessivamente ben 2 milioni e mezzo di sterline all’anno il che ci fa capire quanti soldi prende solo per dire 2 paroline, mentre c’è gente che si fa il mazzo tutta la giornata per pochi soldini.

Dico solo, BRAVO TONY BLAIR!!!

Compensi folli per il blablà di Blair: banalità da 7.300 euro al minuto.
Tony Blair continua a guadagnare cifre esorbitanti per ogni uscita pubblica. E poco importa che le parole dell’ex premier britannico non si distinguano propriamente per originalità, perché basta il suo nome in cartellone per garantire il successo.

Via ilgiornale

Continua la tua lettura