Finalmente a Londra aperta la seduta in rialzo per i bond euro tutto all’inseguimento dei titoli del tesoro USA.
Ci si aspetta che le borse europee siano deboli, grossi timori per i mutui ‘subprime’.
Via Reuters

La crisi del subprime non è un fatto isolato titolava proprio ieri Reuters in questo articolo mettendo in evidenza che

La crisi dei subprime, inoltre, ridurrà i consumi e la costruzione di nuove case nei 12-18 mesi a venire.

Ma ci si aspetta di meglio per la borsa italiana, infatti i conti pubblici migliorano anche se è solo una stuazione temporanea dovuta probabilmente ad un gettito d’entrate più elevato.

“Va messo in evidenza che la finanza pubblica e le pubbliche gestioni appaiono tutt’ora percorse da un diffuso stato di emergenza che persiste nonostante le buone intenzioni dei governi che si succedono”, ha detto il procuratore generale Claudio De Rose sul Rendiconto generale dello stato.

Secondo la magistratura contabile “a loro volta anche i dati delle pubbliche gestioni continuano ad essere contrassegnati dall’emergenza e dalla provvisorietà di misure e rimedi e da condizioni di efficacia, efficienza e economicità mediamente precarie o inadeguate”.

Infine De Rose si è concentrato sui rimedi, suggerendo al Tesoro di fare minor conto sullo strumento delle cartolarizzazioni, molto sfruttato negli ultimi anni ed ora meno efficace sui conti pubblici anche per le nuove normative di Eurostat, e sui proventi provenienti dalle società pubbliche

Continuiamo quindi a valorizzare i nostri investimenti su società pubbliche come Eni (quotazione) Enel (quotazione) o Finmeccanica (quotazione)

Via Reuters – Borsa Italiana

Continua la tua lettura