Il professor Monti – illustrissimo accademico già direttore dell’Università Bocconi di Milano – scioglie ogni riserva e dichiara lo staff di ministri che comporrà il nuovo governo. Nonostante voci sulla possibilità di qualche ministro politico, è chiaro che le convocazioni sono meramente tecniche. Uguale governo tecnico: un team con lo scopo di portare quest’Italia fuori dalla crisi più nera mai vista prima. Importanti i ruoli delle donne e – i più attenti – si denota uno sbilanciamento dei ministri verso il settentrione.

Ecco chi comanderà in Italia per il prossimo periodo:

  • Presidente del Consiglio: Mario Monti
  • Sottosegretario alla presidenza del consiglio: Antonio Catricalà, già presidente dell’antitrust
  • Ministro dell’Interno: Anna Maria Cancellieri, già prefetto
  • Ministro degli Esteri: Giulio Terzi, già ambasciatore italiano in USA
  • Ministro della Difesa: Giampaolo di Paola, già presidente del comitato milatare della Nato e ammiraglio
  • Ministro della Giustizia: Paola Severino, uno degli avvocati penalisti più famosi d’Italia
  • Ministro della Infrastrutture, Sviluppo, Trasporti: Corrado Passera, già banchiere
  • Ministro del Welfare con delega alle Pari Opportunità: Elsa Fornero, economista e esperta di previdenza
  • Ministro dell’Istruzione: Francesco Profumo, accademico ingegnere
  • Ministro per i Beni Culturali: Lorenzo Ornaghi, già rettore dell’Università Sacro Cuore di Roma
  • Ministro dell’Ambiente: Corrado Clini, esperto di sviluppo sostenibile
  • Ministro per la Salute: Renato Balduzzi, giurista esperto di Sanità e già presidente dell’Agenas
  • Ministro delle Politiche Agricole e Forestali: Mario Catania, esperto di politiche comunitarie
  • Ministro della Coesione Territoriale: Fabrizio Barca, già dirigente generale e consigliere Ministeriale presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze
  • Ministro dei Rapporti col Parlamento: Piero Giarda, già sottosegretario al Tesoro
  • Ministro del Turismo e dello Sport: Piero Gnudi, dottore commercialista
  • Ministro per gli Affari Europei: Enzo Moavero Milanesi, già giudice presso la corte europea di giustizia
  • Ministro della Cooperazione Internazionale: Andrea Riccardi, fondatore e leader della comunità Sant’Egidio
Che dire: in bocca al lupo e aiutate quest’Italia a uscire dal #tunnelgelmini e a ritrovare fiducia in se stessa e nella politica.

Continua la tua lettura