L’Italia è stata nuovamente bocciata a causa della corruzione. Con un voto di 5,2* si è classificata al 45° posto tra le nazioni meno corrotte, al pari della Repubblica Ceca.
La bustarella in Italia crea danno insomma. Non solo sociale ma anche economico.

Le motivazioni, spiega il prof. Donato Masciandaro, non sono dittamente imputabili ai flussi economici delle mazzette, bensì allo stato di incertezza che si genera nel paese.

“All’esame di lotta alla corruzione l’alunno Italia rimane sotto la sufficienza. I voti li dà, come ogni anno, Transparency International, che in collaborazione con l’Alto Commissario anticorruzione ha pubblicato l’Indice di percezione della corruzione (Cpi) 2007.”
via Panorama.it


Le nazioni più pulite sono Danimarca, Finlandia, Nuova Zelanda. Myanmar e Somalia invece sono i finalini di cosa, i paesi più corrotti!

* 0 nazione completamente corrotta, 10 nazione pulita

Continua la tua lettura