Spesso sento dire che i giovani non avranno un futuro roseo, economicamente parlando. Tra 30/40 anni le pensioni saranno ridotte e più della metà avra una pensione minima. Il problema è che quasi tutti i giovani d’oggi sono abituati ad avere la pappa pronta, non amano sacrificarsi e preferiscono i lavori comodi, di conseguenza si limitano a fare il minimo indispensabile. Ci sono dei precari che fanno dei lavori per 300/500 euro al mese, ci sono precchi cassintegrati a 600/800 euro al mese con il mutuo alle spalle e altri ancora, si lamentano, protestano, combattono per avere un buon lavoro fisso, ma non è questo il sistema adatto per affrontare il futuro. Non bisogna aprire il paracadute mentre si è già a terra. Bisogna mettersi in gioco, compromettersi, cercare di migliorarsi per avere un futuro migliore. La società ci sta offrendo tantissime opportunità, sta a noi trovarle e per farlo bisogna prima migliorarsi come persona. Le opportunità sono tantissime: franchising, MLM, internet etc, basta avere la volonta di mettersi in gioco seriamente.

Continua la tua lettura