Euro-Dollaro, il cross piu’ “battuto” in assoluto nel mercato valutario, sia dai piccoli traders che dai grandi (banche, istituzioni, fondi).
Breve analisi tecnica e fondamentale della situazione attuale.

Daily Eur-Usd

Daily Eur-Usd

Come e’ facilmente visibile dal grafico Daily, la moneta di casa e’ in una fase di uptrend consolidato sin dai primi di Giugno ormai.
Chi ha comprato l’euro in questi ultimi 3 mesi ha avuto vita e guadagni facili.

Ora, la situazione pare essere ad un bivio.
Dal grafico si evince  come da Venerdi la moneta unica stia cedendo qualcosa nei confronti del dollaro.
Ma si tratta di un normale rintraccio? Una boccata di ossigeno prima di risalire nuovamente: target 1.44
O l’inizio di un nuovo downtrend? Beh, difficile a dirsi. Solo il grafico lo dira’:  step by step.
Certo e’ che i dubbi per quanto riguarda l’economia americana, non sono pochi.
E, certamente, la politica cash machinestelle e strisce (vedi Bernanke e QE2) non aiuta la ripresa degli US.

Anche l’Eurozona, comunque, non se la passa proprio bene. Nuovamente “riemerse” le incertezze su Irlanda e Grecia.
Occhio invece al summit del G20, che si terra’ domani Giovedi 12 e dopodomani Venerdi 13 Novembre, il quale
sicuramente influira’ sugli andamenti del cross.

Chiudendo questa piccola parentesi di analisi fondamentale, torniamo al grafico ed a cosa potremmo aspettarci
nel brede-medio termine.
Ho marcato una linea orizzontale rossa, che si aggira sul livello 1.37 – 1.3720 ,  la quale rappresenta, a mio avviso
una resistenza importante, dura da affondare.

Basti vedere la reazione a tale livello : la candela (del 20 Ottobre) evidenziata con la freccetta rossa.
Moltissimi i volumi di scambi a questo livello: tanti i buyers.  Confermati anche dalla candela di oggi, il classico
shake-out: un affondo in terreno di nuovi “lows” per poi essere respinto verso una chiusura nella parte medio alta della
candela.

Detto cio’, il mio outlook nel breve e’ bullish: quindi risalita dell’Euro, target 1.40 – 1.4050 (per ora).
A conferma di cio’,  mi aspetto almeno 2 “sane” candele bullish (con chiusura versi gli alti della candela stessa)
a timeframe 4H con la chiusura dell’ultima oltre gli 1.3850, oppure 1 candela bullish 4h che chiuda sempre sopra gli 1.3850 : questi sono i segnali di entrata long.

In caso di smentita del mercato, ed in caso di avversione al rischio, occhio al break-out verso il basso:  la chiusura di una “sana” candela 4h bearish sotto gli 1.3650 e’ segnale di entrata short.

Usate sempre gli stop-loss e rischiate solo quello che potete permettervi.
Trade safe.
Chris

Avviso sui rischi: Il Forex e i CFD sono prodotti con leva che comportano un alto livello di rischio e potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve rischiare più di quanto si è disposti a perdere. Prima di iniziare a fare trading è importante assicurarsi di aver ben capito i rischi connessi a questa attività, tenendo sempre presente il proprio livello di esperienza in questo campo. Se fosse necessario, richiedere un consiglio imparziale ed esterno.

Continua la tua lettura