Che Banca, banca retail del Gruppo Mediobanca, fin dal 2008 – anno della sua nascita – si è ritagliata un posto nel mondo delle banche on line per le sue doti di innovazione, facendo una fortunata leva su alcuni elementi cronici di mancata soddisfazione dei correntisti del nostro Paese, iniziando a promuovere il pagamento anticipato degli interessi.

Il Gruppo bancario Mediobanca nacque agli albori del secondo dopoguerra (1946) anche grazie agli sforzi congiunti di Intesa San Paolo ed Unicredit, due fra i più grandi istituti bancari d’Italia. Partendo da questi presupposti di esperienza e serietà, dunque, Che Banca – che nel 2011 ha superato quota 430000 clienti -ha introdotto il nuovo conto deposito, pensato appositamente innanzitutto per coloro che hanno necessità di risparmiare in sicurezza.

Il conto deposito è un conto online il cui vantaggio sta in alti rendimenti sulle somme depositate, posti in essere dalla presenza di un tasso attivo molto più alto di quello di un tradizionale conto corrente. Per essere alimentato, il conto dev’essere collegato al vostro conto corrente standard, cui si fa riferimento in caso di versamenti, prelievi e necessità di questo tipo.

Parlando di versamenti, questo conto rende possibile l’utilizzo, oltre a bonifici ed assegni, di RID o contanti direttamente nelle filiali della società, presenti in 44 unità sul territorio nazionale.

Le somme oggetto di deposito possono essere prelevate liberamente a seconda delle esigenze, oppure a scadenze regolari facendosi carico di un vincolo contrattuale che garantirà paralleli rendimenti superiori al tasso base.

Vi sono diversi vantaggi derivanti dall’apertura di questo conto, ma quello che lo contraddistingue è il pagamento degli interessi in anticipo in caso di vincolo per 3, 6 o anche 12 mesi.

Qualora si decida in anticipo rispetto alla scadenza del vincolo, il rendimento al tasso base rimarrà comunque garantito.

Continua la tua lettura